Visite: 381

Come tutte le comunità anche gli eTwinner hanno i loro rituali. Tra questi uno speciale è la celebrazione della Giornata eTwinning svoltasi il 9 maggio presso l’I.C. “Don Antonio La Mela – Plesso Mazzini”.

Quest’anno la scuola adranita composta da tutte le classi partecipanti ai progetti eTwinning e coordinate dalle prof.sse Ricceri, Cusimano e Palazzotto hanno realizzato attività volte alla celebrazione dell’evento. Tra le più significative si sono tenuti meeting online con i paesi partner, e presentazioni dei ragazzi sul significato, non solo della giornata eTwinning, ma della loro esperienza all’interno dei progetti. I ragazzi hanno evidenziato, ponendo la massima attenzione, le parole chiave ricorrenti nei progetti eTwinning: Friendship/Amicizia; Sharing/Condivisione; Communication/Comunicazione; Cooperation/Collaborazione; Learning new Culture/Conoscenza di nuove culture; Learning web tools/apprendimento di strumenti digitali; Kindness/gentilezza; Tolerance/tolleranza.

Le attività quotidiane si sono concentrate sulla creatività, rafforzando la comunità e incoraggiando a riflettere su come portare innovazione e crescita in classe. Fin dall’inizio dell’anno gli alunni del prestigioso Istituto sono impegnati nella partecipazione a vari progetti con diverse scuole europee con ottimi risultati. 

Tutte le classi hanno realizzato, altresì, anche loghi dei progetti in corso. Le classi partecipanti sono Classi 1A-1B, Classi 2A-2B, Classi 3A-3B, Classe 2E, Classe 3E, Classe 1G -2G- 3G.  

Con orgoglio e soddisfazione, la Dirigente Scolastica Prof.ssa Tiziana Baratta, così commenta l’impegno profuso dai docenti e soprattutto dagli studenti che, attraverso questa formazione, vogliono raggiungere ambiti traguardi: “Celebrare l’etwinning day con i nostri amici partners europei rappresenta l’ennesimo esempio di come l’istituto “Don Antonino La Mela” ponga sempre una particolare attenzione nel potenziare la concezione “europea” dell’educazione e l’innovazione didattico – metodologica, attraverso il confronto e la cooperazione tra studenti e insegnanti dei vari Paesi europei. L’obiettivo è sempre quello di costruire uno spazio educativo europeo, uno spazio aperto di crescita, di confronto e di cooperazione, al fine di promuovere lo sviluppo delle competenze di base necessarie per il cittadino europeo di domani”.

 

 

Torna su